Square Smartphone: un cellulare che si usa come un Pos

square

Ormai gli smartphone sono molto diffusi e, tra tutti i modelli che ci sono in circolazione, non è difficile imbattersi in quello che fa per noi. Chi sceglie questo tipo di telefono cellulare, solitamente lo fa, a parte per la praticità, per tutta una serie di accessori e funzionalità che questo genere di apparecchio offre. Da oggi, è possibile anche effettuare dei pagamenti con il nostro smartphone in tempo reale -ad esempio un caffè al bar- grazie ad un apparecchio chiamato Square. In pratica, tale apparecchio è in grado di trasformare qualsiasi cellulare smartphone in un lettore di carta di credito, consentendo transazioni di denaro veloci e semplici e soprattutto in qualsiasi luogo o situazione. Proprio come se ci portassimo dietro un piccolo Pos, di quelli che si trovano in quasi tutti gli esercizi commerciali, atti ad effettuare pagamenti con il bancomat o la carta di credito. In pratica, Square fa si che il cellulare smartphone si possa trasformare in un vero e proprio lettore di credit card, utilizzando il sistema operativo Android o iOS.

Ma di cosa si tratta nel dettaglio? Square è un piccolo apparecchio della grandezza di circa un paio di centimetri che può essere connesso allo smartphone tramite un cavo jack audio da 3,5”. Su questo apparecchio viene strisciata la carta di credito che, attraverso un apposito sensore -appunto simile a quello dei Pos- effettuerà il pagamento. Proprio come avviene in tutti i negozi. Ovviamente, a garanzia sia del possessore della carta di credito, sia del commerciante, a monte dovranno essere fornite le proprie coordinate bancarie nell’atto di iscrizione al servizio. Se vi state domandando se tale sistema funziona effettivamente o no, basta guardare i dati che ci arrivano dagli States, dove il servizio è già attivo da qualche mese. Negli Stati Uniti, Square ha collezionato un traffico che, a fronte di oltre 400mila account aperti, supera i 10 milioni di dollari a settimana!