Sconti Shopping Natalizio: e i commercianti si arrabbiano

Lugano 3 dicembre 2001 via NassaDecorazioni natalizie -  Natale

Forse potrà apparire un po’ troppo presto per parlare di shopping natalizio, ma in realtà è proprio in questo periodo che le amministrazioni locali si attivano per determinare le regole commerciali da applicare in quel periodo di festa così particolare. E si mostrano molto arrabbiati, i commercianti di Varese, dopo aver appreso quali saranno le regole a cui dovranno sottostare nel periodo natalizio. In primis, il fatto che non verranno consentite promozioni, di nessun tipo. A stabilirlo è la stessa Regione Lombardia che, fin da giugno 2012, aveva deciso di intraprendere questa strada. Ivonne Rosa, responsabile varesina della Fism (federazione italiana settore moda di Confesercenti), commenta così: “Così a guadagnare saranno solo i punti vendita della Grande distribuzione, i negozi che vendono ciò che producono e che hanno ampi margini di guadagno anche sulla merce in saldo”. E prosegue: “Il 90% dei negozi lombardi è contraria al mese di promozione prima dei saldi, ma la Regione non ci ascolta e va dritta per la sua strada”. A farle eco, Paola Molinari, responsabile dell’omonimo negozio: “Così non possiamo andare avanti le stagioni sono sempre più corte, non facciamo in tempo a partire che già arrivano saldi e promozioni, non è giusto nemmeno per i clienti che acquistano a prezzo pieno a inizio stagione”. E conclude: “Il saldo comunque non serve più ad aumentare le vendite, perché anche con gli sconti ormai la tendenza è quella di acquistare solo ciò che serve”. Staremo a vedere cosa accadrà nel delicato periodo natalizio a Varese, nella speranza che tutti, commercianti e consumatori, troveranno condizioni vantaggiose.