Maschere di Carnevale, impazza quella da Francesco Schettino

Francesco-Schettino-Comandante-Costa-Concordia1

Per la serie ‘la stupidità umana non ha mai limite’, ecco la notizia che tutti noi non avremmo mai voluto conoscere. Per quanto la festa del carnevale sia incentrata tutta sull’allegria, sulla gioia di vivere, sul divertimento sano e colorato, c’è sempre chi tenta di fare ‘business’ sfruttando tragedie e facendo passare il tutto all’interno della festa in questione.

 

Ci spieghiamo meglio: a parte l’allegria, la gioia, i colori e il divertimento, qual è l’altra grande prerogativa del carnevale? Ma naturalmente il ‘vestirsi in maschera’. Ma quest’anno, come era già capitato l’anno scorso per la ‘maschera’ di Michele Misseri –lo zio di Sarah Scazzi per intenderci, coinvolto nel processo per il suo assassinio…- anche quest’anno c’è chi ha immaginato di poter sfruttare un fatto di cronaca per vendere un costume di carnevale ‘oiriginale’ in più.

 

Cioè quello del ben poco coraggioso ‘capitano Schettino’, colui che, tramite un’azzardata e sbagliata manovra, ha fatto affondare la nave da crociera Concordia, uccidendo moltissime persone… Addirittura c’è chi rilascia dichiarazioni circa la vendita di questo terrificante costume di maschera, come il titolare di un negozio di Milano che vende articoli per il carnevale.

 

Al Corriere della Sera, questo negoziante ha avuto modo di rivelare: “Due giorni dopo il naufragio della nave da crociera, abbiamo venduto 12 vestiti da comandante per un totale di 600 euro. Sono venuti a comprarlo anche gruppi di ragazzi, probabilmente per qualche festa a tema. Alcuni mi hanno addirittura chiesto se potevo ricamare il logo della Costa Crociere sulla schiena, ma ho rifiutato”.

 

La domanda è: ma che razza di persona può seriamente divertirsi nell’indossare i panni di un assassino, di un pavido, di uno sciagurato? E chissà, magari qualcuno acquisterà un costume da ‘capitano Schettino’ anche per i propri figli…