Google Motorola, un’acquisizione che fa paura





E’ notizia di pochi giorni fa, Google, il colosso di Mountain View, ha acquisito il brand Motorola, a suon di denaro. 13 sono i miliardi di dollari che ci sono voluti per acquisire l’intera divisione mobile di Motorola, attraverso cui Google intende dominare il mondo dei tablet e smartphone.
L’acquisto ha senza dubbio destato molte reazioni nell’ambiente del 2.0, tra dichiarazioni che lasciano intendere tutta l’invidia, se vogliamo, nei riguardi di BigG ma anche stima ed entusiasmo.

L’entrata di Google nel mobile infatti, se da un lato darà vita ad una spietata concorrenza, sopratutto per tutti quei marchi utilizzatori di Android (leggi Samsung), dall’altro permetterà agli utenti di poter scegliere tra una gamma di prodotti più grande e preparata.
Tra le dichiarazioni dell’ambiente, Stephen Elop, CEO di Nokia, ha affrontato l’argomento Google-Motorola durante un seminario rivelando tutta la sua preoccupazione. Secondo Elop infatti, Google potrebbe lasciare sempre meno margine agli altri produttori, relegandoli alla posizione di rincalzo.
A pensarla diversamente sono invece i responsabili Samsung, Sony Ericsson, HTC ed LG Electronics che paradossalmente restano i più “toccati” da questa improvvisa fusione. Il mobile di Samsung ed Lg (rispettivamente al secondo e terzo posto della classifica mobile), si basa su Android in fondo, e la decisione di Google-Motorola di puntare proprio su questo, non fa che dare vita ad una concorrenza il cui risultato ci è ancora del tutto sconosciuto.
Indipendentemente da quel che succederà, a Google va di certo fatto un plauso per la sua capacità di colonizzare qualunque ambiente del mondo ancora non battuto…