Dipendenza da shopping online, come curarla

Cattura

L’evoluzione tecnologica, la diffusione di internet, ci hanno regalato sicuramente, da un certo punto di vista, una incredibile semplificazione in molte azioni quotidiane. Come ad esempio, fare shopping. Ma per molte persone, è proprio la grande facilità nel fare acquisti on line, che può determinare una vera e propria dipendenza. E la dipendenza poi porta quasi sempre ad un intaccamento serio delle proprie finanze… Sembra quasi una leggenda metropolitana, e invece c’è chi riesce a svenarsi giorno dopo giorno,  acquistando in line ogni genere di bene. Una patologia molto seria, che riesce a colpire anche i più parsimoniosi. Eh si, perché diciamocelo, non è sempre facile resistere di fronte all’occasione, allo sconto ‘esagerato’, all’offerta del giorno… Tutte informazioni di cui veniamo bombardati quotidianamente attraverso internet. Con un semplice ‘click’, possiamo accaparrarci quel capo esclusivo a prezzi scontatissimi, e magari lo stesso giorno, imbatterci nell’offerta per un nuovissimo modello di smartphone che, se lo si acquista, dà magari diritto a ricevere un omaggio. Come resistere…? Peccato che poi, a fine giornata, ci si rende conto che quegli acquisti ‘scontatissimi’, quelle offerte da mille e una notte ci hanno alleggerito il portafogli di una bella fetta di stipendio… E’ facile perdere il polso della situazione, quando tutto ciò di cui potremmo o non potremmo avere bisogno è a portata di click. Negli Stati Uniti, è stato coniato un nome per i maniaci di shopping on line compulsivo: shopaholic. Si è notato che spesso i ‘shopaholic’ sono persone che presentano un passato da tossicodipendenti (gioco, alcol, fumo), e in questa maniera compensano i loro vecchi vizi. L’importante, è mantenere sempre la lucidità e il proprio senso autocritico: ‘mi è davvero necessario questo acquisto…?’. Basterebbe questo.

 

Cattura