Comprare una casa in Germania: pro e contro!

casaberlino

Ecco che, a un certo punto della vita, viene voglia di comprarsi casa, di mettere su il nido, di farsi la propria tana. Ma, se qui da noi in Italia sembra che il mercato immobiliare porti tutti i nostri sogni ad infrangersi contro mutui impossibili e prezzi adatti agli standard di un nababbo più che della gente comune, c’è chi sta allargando i propri orizzonti, guardandosi intorno. Nell’Europa infatti ci sono altri paesi che, pur condividendo con noi la stessa moneta, riescono ancora a poter garantire un mercato immobiliare ‘normale’. E’ il caso della civile Germania dove, a ben guardare, alcune ottime occasioni si riescono ancora a trovare. Innanzitutto, il ragionamento da fare è questo: è vero che anche in Germania, come nel nostro paese, i prezzi delle case variano da regione a regione, da città a città, da zona a zona della stessa città. Ma, a differenza dell’Italia, in Germania –soprattutto in alcune zone dove si sfiora l’eccellenza- le infrastrutture e i servizi sono di gran lunga migliori rispetto qui da noi.

Certo, il sistema tedesco immobiliare presuppone regole diverse, ma a fronte di stipendi medi molto più alti, i tedeschi possono altresì contare su affitti in generale molto più bassi di quelli italiani. E’ questa la ragione per cui in Germania pochi comprano casa e molti sono in affitto. Ma, a ben vedere, un esempio lampante può ancora di più chiarire i vantaggi dell’acquistare casa in Germania: con la cifra ‘modica’ di 70 mila euro, si può aspirare ad un piccolo appartamento messo bene alla periferia di Berlino. Qui in Italia, se offri quella cifra per comprare casa al massimo ricevi in faccia una sonora risata… E, dulcis in fundo, sapete in Germania cosa ci potete fare con 180 mila euro (cifra con la quale, almeno a Roma, se sei fortunato ci compri un monolocale interrato…)? Potete costruirvi una bella villetta di 180 metri quadri, con tanto di giardino da 250 metri quadri! Non male, che dite?