Aruba Incendio: lo shopping online fermo in Italia

aruba incendio

Questa mattina centinaia di aziende italiane che puntano sullo shopping online, si sono svegliate con una brutta sorpresa.

Questa notte infatti, alle 4 del mattino, ha preso fuoco lo stabilimento Aruba di Arezzo e come tutti sanno, Aruba è una delle server farm più utilizzate dai siti italiani.

In poche ore si è generato il delirio in rete, tra chi non poteva utilizzare la mail, chi aveva siti down, chi non riusciva a fare acquisti online.

Migliaia sono state le segnalazioni di protesta ad Aruba che sta in queste ore ripristinando il danno.

L’incendio ha danneggiato le sale degli UPS, macchine cioè che garantiscono la produzione dell’elettricità ai server montati nella farm. Per questioni di sicurezza quindi, tutti i domini sono stati letteralmente “spenti”, in attesa del ripristino del danno.

Da Aruba, grazie al profilo Twitter aperto per l’occasione,  fanno sapere che non ci sono comunque stati danneggiamenti particolari ai dati contenuti nei server, e questa è la buona notizia.

La cattiva, pessima notizia, è certamente quella che molte aziende hanno perso una giornata di lavoro e di introiti, soprattutto quelle che appunto lavorano in internet.

Lo shopping online in particolare, essendo ormai una realtà conclamata, senza l’ausilio del mezzo non ha motivo di esistere…

Ad ogni modo, tutto sembra stia tornando alla normalità. Quel che è certo è che è necessario un intervento a priori per riuscire ad arginare problematiche di questo tipo a venire.