Applicazione iPhone per gli acquisti: il brevetto c’è

apple

Probabilmente se ne sentiva davvero l’esigenza o, quantomeno, gli utenti hanno mostrato un reale bisogno di tale applicazione da utilizzare sui proprio smartphone i-Phone. Parliamo di un’applicazione che permetterebbe, a coloro che l’hanno scaricata, di poter effettuare degli acquisti direttamente nei negozi on line di tutto il mondo, ma il tutto restando sempre all’interno dell’applicazione in questione. In pratica, scaricando questa app, si può avere l’oportunità di collegarsi, accedere e fare shopping su store esterni, e il tutto grazie solo ad un accesso dal proprio i-phone, grazie alla suddetta applicazione. Per ora, questa proposta è solo stata brevettata da parte della Apple che, nell’Aprile del 2010 ne ha fatto richiesta di tutela legale. Ma, se effettivamente questa app dovesse essere realizzata e messa in commercio, quali regole dell’aticolato mercato degli acquisti on line cambierebbero? Innanzitutto, se davvero Apple dovesse realizzare questo progetto commerciale, i primi che subirebbero un duro colpo sarebbero Microsoft, Google, Rim (visti i servizi di e-commerce che già offrono agli utenti), e in seconda battuta, ma con uguale entità, il colpo pesante lo subirebbero tutti i provider che si occupano di applicazioni e offrono un servizio ‘app store’ (come la Getjar per esempio), dove cioè si possono acquistare le varie applicazioni.

Quindi già solo la richiesta di brevetto per questa innovativa applicazione sta mettendo in forte apprensione tutto l’universo degli app store e, c’è da scommetterlo, a breve si materializzeranno le grandi battaglie legali senza esclusione di colpi che vedranno da una parte la Apple –colpevole di aver ideato un’applicazione così vasta ed articolata- e tutti i soggetti che, in questo mercato delle app hanno trovato la gallina dalle uova d’oro…